Campioni di Pavia

Lunedi 6 Marzo 2017 il Borrobasket ha vinto il torneo intercollegiale di pallacanestro contro il Don Bosco, riportando a casa l'ambita coppa dopo 14 anni dall'ultima volta. La vittoria dei gialloblu ha il sapore dello scatto di reni, a testimonianza del fatto che, nonostante il vento marcio che vorrebbe buttare giù il Collegio, tra le Alme mura nessuno ha dimenicato cosa voglia dire essere borromaici. Di seguito la cronaca e il pagellone del match.

Risultato: tanto a poco

Luogo dell'incontro: C.U.S. (Ciaramitaro-Ujkani-Scozzarella)

Feriti: un generoso paio

È finalmente arrivata la più importante delle partite: purissima, direttamente da Bogotà. 

Scherzo dai: il Borrobasket mette a segno l'ennesima vittoria e si laurea campione dell'intercollegialità pavese per la stagione 2016/2017. Ma andiamo a scoprire come i nostri campioni sono stati capaci di mettere a segno queste gesta, che rimarranno impresse negli annali della galleria Biroli. 

PROFICO 110 E LODE CON DIGNITÀ DI PUBBLICAZIONE E BACIO ACCADEMICO (CON LA LINGUA) - Ci chiediamo tutti se Pierfico Progiorgio sia forte così, di default, o se si faccia cinque pere di Krokodil sotto le piante dei piedi prima di ogni match. Momento tenerezza a fine gara: aiuta una vecchietta sulle strisce pedonali, ma, vittima delle sue  stesse tentazioni, le fa attraversare la strada piazzandola sul marciapiede opposto con una tripla che non colpisce il tabellone. MICHAEL PIERGIORDAN

TURRICELLI 10 - His Turricelliness toglie qualunque velleità di tipo religioso al Don Bosco, forte della catena di comando Spirito Santo-Sacra Sindone che gli permette di diventare anche il nuovo direttore spirituale del collegio. Appena entrato (entrata che ha fatto venire giù San Siro) si lancia in una cavalcata che ci fa scoprire come abbia due losanghe di granito al posto delle mani; ma non si può essere bravi in tutti gli sport e comunque non è un motivo sufficiente per non prendere dieci. UNA SETTIMANA DA TURRO

BUDASSI 9 - Calo di forma per il gigante del Borrobasket: è sempre incazzato come una bidella quando cammini dove ha appena lavato, ma stavolta si nota ch'è entrato in campo con il panzotto di chi ha bevuto solo vinello della Lidl in cartone. Tiene a debita distanza gli avversari ruttandogli addosso i 3 kg di costine aromatizzate all’aglio mangiate a cena; ovviamente il pettorale gonfiato a sei atmosfere aiuta e lo strapotere in campo si sente a prescindere. ARNOLD CLASSIC

FRISONE 8 - Clamoroso, ma anche il capitano oggi vacilla e si fa influenzare dal tasso di criminalità di gentaglia come Gronchi. Gli chiedono come al solito di tenere in mano le chiavi della squadra, ma a 'sto giro le usa per forzare il lunotto della Renault Laguna del ‘95 del rettore del Don Bosco, senza assicurazione e parcheggiata in doppia fila fuori dallo stadio. Infuriato, decide di prendersela con il piccolo Summer in panchina, spoilerandogli il finale della maratona di Dora l'Esploratrice che Summer stava seguendo in diretta streaming su K2. GENNARO BULLO

HO FINITO LE IDEE PER STORPIARGLI IL NOME, COMUNQUE STEFANO MAUROGIOVANNI 7,5 - Chiude la conversazione con Svetlana_86 su chatroulette dal notebook di Celebrin e scende in campo. Tutti a questo punto si aspetterebbero un dieci e lode e in allegato la foto dell'ultima velina che si è portato a letto; in realtà io sono una persona seria e gli avevo dato due e mezzo, ma Stefano Maureccetera è così bello che il suo voto è risalito da solo. Deve respingere gli assalti dei capelloni del Don Bosco, che gli chiedono il numero di cellulare ad ogni break; se la cava con una semplice amicizia su Facebook e di questo bisogna dargliene atto. Solo un appunto: le basettone folte come la foresta pluviale tropicale in Sud America erano già fuori moda al Festivalbar 2002. PAOLO MENEGUZZI

DI SILVESTRE 7 - Arriva in campo con qualche minuto di ritardo perché stava finendo di vedere il terzo capitolo della saga del Signore degli Anelli in versione estesa blu-ray. Quando Gronchi lo vede, lo va a fronteggiare con l'arroganza di sempre, sostenendo che Harry Potter è migliore; al che viene steso con un sonoro Avada Kedavra. RONNO WEASLEY

FRANCESCONE 7 - Oggi ha le polveri bagnate: incide come può aver inciso Chavo Guerrero nell'universo WWE, ma negli spogliatoi si riscatta sciogliendo tutte le medaglie della vittoria per farci dei proiettili in preparazione al torneo estivo di sparatorie in banca tra gang. È comunque considerato l'uomo della coppa, cioè l'addetto ufficiale a tagliare gli insaccati durante i pranzi della squadra. UN PO' DI MAGGI?

MARTINOTTI 7 - Gli assicurano la titolarità in campo, titolarità che diventa ben presto latitanza quando Giorgio viene a cercarlo fino al Cus per farsi dare il cambio in portineria. Quando si scorda di aver fatto la notturna, poi, finisce più in ombra dei piedi di Giuliano Ferrara. BALLARÒ

QUAI 7 - Ciro ha i suoi modi per caricarsi prima di una finale così importante: in questo caso, farsi rinchiudere in una camera iperbarica a visionare una compilation delle migliori azioni del Cervia di Ciccio Graziani. Che poi entri in campo sbronzo impennando su un trattore 16 cilindri ex-Jugoslavia e corra meno del tandem Mingo-il Buon Fabio alla ricerca di scoop è un altro conto. SOSSIO ARUTA

LA TORRACA VITTORI 7 - In tensione fra due fuochi: da un lato un perpetuo uscire entrare uscire entrare dalla panchina, perché Scooby Doo non riesce a stare legato al guinzaglio e continua a rivendicare la sua razione di Scooby Snacks quotidiana; dall'altro le continue petulanze del Supremo perché Gohan si rifiuta di allenarsi nella stanza dello spirito e del tempo. SHAGGY/MR. POPO

ARIENTI 6 - Sul filo del rasoio fino all'ultimo respiro, perché tutti si pongono la stessa domanda: farà panchina o laverà le macchine nei parcheggi fuori dallo stadio? Alla fine, decide di sfruttare la connessione internet gentilmente offerta dalla lobby Tzeleleaks Corporation, finché Damiano, per burla, non gli cambia la password su Xhamster e getta all'aria tre anni di duro lavoro per trovare la skinny horny della sua vita. A quel punto, Arienti viene sbrinato di fretta e gettato in campo dopo essersi tolto le scarpe antinfortunistiche che gli servivano per un lavoretto in cantiere: sbaglia pure l'uscita USB del caricabatterie del cellulare; è a tal punto fermo che il comune di Pavia pensava di costruirci una rotonda attorno; ma perlomeno si impegna. Certo che per farti mettere sotto da quelli del Don Bosco devi aver imparato le regole del basket ad una convention di estetiste. SEQUOIA

GRONCHI S.V. (solo verruche) - Entra in campo concentrato come Pizzonia mentre monitora le quote live di Carrarese-Tuttocuoio dall'app di Paddy Power, ma figuratevi se si faceva mancare per la finale la combo fascetta lesiva della dignità umana + capello "mi ha leccato un bue muschiato con evidenti problemi alle ghiandole salivari". Esperti giapponesi stanno per giungere in Borromeo a studiare i suoi capelli, al momento in Italia la struttura più sicura dal punto di vista antisismico. IMPOMATATO

I bonus della finale:

gli ultras stacanovisti...

GIORGINO-MORO 10 - Il loro bagaglio culturale è un marsupio della Invicta rubato ad un tossico di Roma Termini. A visionarli in tribuna c'era un emissario della Rockstar Games che mi ha assicurato la loro presenza nel prossimo GTA VI: compariranno nelle schermate di caricamento subito dopo il mignottone vestito da poliziotta. TRUCCO ABBASSA LIVELLO RICERCATO: R1+R1+CERCHIO+R2

a volte ritornano...

TORMUND VELENO DEI GIGANTI 9 - Cerca di portarsi a casa la finale terzo-quarto posto, ma quelli del Valla avevano preso accordi con gli Estranei e a Tormund non era rimasto abbastanza Acciaio di Valyria. Si riscatta comunque ritirando l'ambito premio Barba Meglio Acconciata dell'Anno; peccato giochi in una squadra offensivamente più sterile di una capra nata a Cernobyl nell''86, perché secondo me lui è uno che merita. MAINO RAYDER

Pagelle scritte sotto minacce di varia natura e senza vincoli morali, con un unico mantra a risuonare nel cervello: STAY BORROMAICO, STAY GIORGIO FLORA

Pubblicato in Sport

tel  +39 0382 395 1

e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2015 Victrix Invicta.

dove siamo   Piazza Borromeo, 9 – Pavia

tel  +39 0382 395 1

e-mail  webmaster@alunnicollegioborromeo.it